Menswear Guest Designer a Pitti Uomo 91 lo stilista belga che ha presentato la sua collezione uomo e donna Tim Coppens AI 2017 2018

Per la prima volta in Europa, dopo aver presentato le sue collezioni per cinque anni a New York, Tim Coppens ha deciso di sfilare in Italia e così ha commentato l’idea di condividere l’evento con i suoi 26 mila e più follower in live streaming su Instagram: “Sono davvero entusiasta di dare i miei follower la possibilità di vedere la sfilata su Instagram Live. L’idea è nata pensando a nuovi modi per coinvolgere il pubblico utilizzando i social media, qualcosa su cui ho intenzione di concentrarmi quest’anno. In questo modo ho l’opportunità di mostrare ai miei follower chi sono e quello che rappresenta il mio marchio in un modo personale e autentico”. La sfilata Tim Coppens AI 2017 2018, che si è tenuta all’Ippodromo del Visarno di Firenze, è stato uno degli eventi di levatura internazionale organizzati da Pitti Immagine Uomo a gennaio.

L’idea di base dello stile proposto dal designer belga per il prossimo inverno trae spunto da una personale rivisitazione del cult movie Mad Max. Infatti la collezione Tim Coppens AI 2017 2018 nasce da una storia ambientata in un’atmosfera apocalittica contemporanea che racconta l’incontro di un uomo di nome Max, giovane newyorkese che viaggia in Europa per la prima volta, e di Tequila, una donna che cavalca un cavallo bianco accompagnata da un uccello, anche questo bianco, colore che rappresenta un simbolo di pace. Max è un romantico avventuriero e ha una missione: viaggiare con la sua moto da cross in cerca di un’ultima avventura, prima che gli oceani travolgano i continenti, mentre Tequila è una giovane amazzone dalle lunghe trecce, il personaggio che spinge lo stilista a elaborare e inserire in collezione alcune note stilistiche dell’abbigliamento da equitazione.

Dall’incontro quindi di due giovani ribelli perfettamente in sintonia con il mondo che li circonda, scaturisce l’ispirazione per questa collezione, una tra le più elaborate realizzate dallo stilista. Così la sartoria italiana classica, i dettagli active tipici del motociclismo e dello skate, e la cultura rave uniti a un genere di costruzione essenziale e alla scelta di materiali ad hoc, convivono esprimendo un nuovo genere di semplicità molto cool, che lascia trasparire la creatività e la preparazione tecnica di Tim Coppens.

Tra i capi di punta maschili della collezione Tim Coppens AI 2017 2018 spiccano il cappotto in montone avorio con maniche dal taglio biker, il bomber trapuntato verde militare, il giubbotto Principe di Galles stampato con profili e inserti sportivi bicolore. La linea donna ha abiti e gonne estremamente femminili, elaborati con tagli geometrici o asimmetrici, e inserti cromatici che creano un forte impatto visivo. Ricorre sulle maglie in lana merino la parola Acid, e sulla felpa bianca campeggiano l’immagine di un’esplosione atomica, tipico soggetto delle opere dell’artista newyorkese Robert Longo, insieme alla scritta humour dark Never Ending Fun. Sia per l’uomo che per la donna fantasie a quadri e Principe di Galles si alternano a tessuti uniti e danno origine a una palette di colori estremamente attuale che comprende beige, avorio, rosso, blu, giallo, verde militare, grigio e nero. Fra gli accessori della collezione Tim Coppens AI 2017 2018 anche stivali da motociclista realizzati in collaborazione con UAS – Under Armour Sportswear, e grandi occhiali da sole prodotti in collaborazione con il marchio tedesco Mykita.

 

Tim Coppens AI 2017 2018Lo stilista belga Tim Coppens

 

Tim Coppens si è diplomato alla Royal Academy of Fine Arts di Anversa, ha collaborato prima con prestigiosi marchi del lusso e dello sport, poi ha fondato a New York il suo brand ispirandosi all’energia della città, alla street culture, prendendo spunti sia dal presente che al passato, coniugando artigianato, sartorialità e chiari riferimenti al tema active sport.

Sin dal suo esordio ha ricevuto un forte sostegno sia dal pubblico che dalla stampa. Le sue collezioni sono state scelte da importanti store come Barneys New York, Dover Street Market, Isetan, Club 21, Harvey Nichols UK, Mr. Porter e Lane Crawford. È stato incluso dalla prestigiosa rivista WWD tra le stelle nascenti del 10 of Tomorrow, poi nel 2012 gli è stato assegnato in qualità di Best New Menswear Designer l’Ecco Domani Award e, l’anno seguente, il Fashion Group International Rising Star of the Year. Nel 2014 è stato premiato con il CFDA Swarovski Award for Menswear e annoverato tra i dieci finalisti del LVMH Prize. In seguito è stato nominato per il premio CFDA Menswear Designer of the Year e per l’ANDAM Fashion Award.

 

timcoppens.com

 

Immagini gentilmente fornite dall’ufficio stampa Karla Otto

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail