Una delle sfilate più attese alla New York Fashion Week è stata quella della collezione Brandon Maxwell AI 2017 2018. Il talentuoso stilista americano ha presentato la sua quarta collezione tutta dedicata all’amore e alle donne

La collezione Brandon Maxwell AI 2017 2018 è un inno all’amore e alle relazioni profonde, alle donne e alla libertà. Lo stile che anima ogni capo è estremamente couture anche se etichettato come prêt-à-porter di lusso. Brandon Maxwell è un purista, ama le forme essenziali che esaltano la femminilità e celebrano il puro concetto di eleganza. Le linee, sempre fluide, si ispirano a forme geometriche semplici ma si avvalgono di pregiati dettagli scultorei di fattura esclusivamente sartoriale.

Forse è proprio questa la formula vincente che ha portato velocemente le sue collezioni alla ribalta. Brandon Maxwell è solo alla sua quarta collezione, il brand è nato nel 2015 a New York, ma il suo talento è già molto apprezzato, i suoi abiti sono indossati da Lady Gaga, Uma Thurman, Nicole Kidman, Gwyneth Paltrow, Natalie Portman, e Michelle Obama, solo per citare alcune delle clienti più note.

La repentina ascesa di Brandon Maxwell non è casuale. La principale fonte di ispirazione è stata fin da ragazzo la boutique della nonna a Longview, in Texas. Brandon Maxwell era profondamente affascinato dall’eleganza e dallo charme delle clienti che frequentavano la boutique.

Una tra le numerose esperienze lavorative che hanno poi contribuito a lanciare questo giovane talento sul palcoscenico internazionale della moda, è stata la collaborazione in qualità di assistente con Nicola Formichetti, stylist di Lady Gaga. Poi il gusto personale, il savoir faire e i riconoscimenti ottenuti hanno consolidato la sua notorietà. Infatti nel 2015 ha vinto il premio FGI Rising Star mentre nel 2016 gli è stato conferito il CFDA Swarovski Womenswear Award e, nello stesso anno, è stato nominato tra i finalisti del premio LVMH.

La peculiarità di questo brand, nato dal desiderio personale di rendere le donne belle e sofisticate, è quella di proporre abiti senza tempo confezionati in maniera impeccabile secondo le regole dell’alta sartoria e della lavorazione artigianale. In più, è da tener presente che l’intera collezione è totalmente Made in U.S.A. perché progettata e prodotta a New York City.

Nella collezione Brandon Maxwell AI 2017 2018 sono stati utilizzati nuovi materiali, rispetto alle scorse stagioni: la pelle, la pelliccia ecologica, il camoscio e il cavallino, ai quali si è aggiunta anche la maglieria in cashmere. Oltre ai colori a lui più cari come l’avorio e il nero, Brandon Maxwell ha proposto il blu, il verde, il rosa lampone e il prugna nelle loro versioni più intense.

Pieghe dalla foggia architettonica, spacchi profondi e silhouette monospalla convivono con ampie maniche a campana, dettaglio preferito dallo stilista e che ricorre in tutte le sue collezioni. Uno dei capi più importanti di questa stagione è il tailleur pantalone realizzato con 1.101.100 cristalli Swarovski indossato in passerella dalla modella Riley Montana, protagonista anche della campagna pubblicitaria Brandon Maxwell AI 2017 2018.

 

brandonmaxwellstudio.com

 

Immagini gentilmente fornite dall’ufficio stampa di Brandon Maxwell (credit First View)

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail