Harris Tweed Authority: la tradizione tessile

Solo lana pura al 100% per i tessuti selezionati e tutelati dalla Harris Tweed Authority

Nel nord ovest della Scozia si trova un arcipelago chiamato Western Isles o anche Outer Hebrides, un’area ricca di bellezze naturali. Le isole, composte da catene montuose imponenti, brughiere sconfinate e laghi cristallini che si alternano a miglia e miglia di spiagge dorate, offrono viste spettacolari. L’atmosfera di pace e serenità che si respira in questa antica terra rimasta per secoli incontaminata è impagabile. Queste isole remote, un vero e proprio paradiso terrestre ricco di flora e fauna selvatica e occupato da poco più di 26.000 abitanti, sono la zona di origine e produzione dei pregiati tessuti di lana tutelati dalla Harris Tweed Authority. Questo importante organismo di controllo legale del prodotto è stato istituito nel 1993, anno in cui è stata approvato un atto in Parlamento a tutela del marchio Harris Tweed. I compiti prioritari della Harris Tweed Authority sono: promuovere e certificare l’autenticità della produzione secondo gli standard stabiliti dalla legge, difendere la reputazione del marchio eseguendo costanti verifiche sull’origine e la qualità della produzione. Tutto questo è stato necessario per combattere legalmente l’uso inappropriato della denominazione ufficiale da parte di aziende non autorizzate, perchè il vero Harris Tweed è solo quello realizzato in pura lana vergine tinta, filata e tessuta esclusivamente a mano dagli abitanti delle Outer Hebrides. Storicamente la lavorazione dei tessuti in Scozia ha sempre fatto parte della cultura e della tradizione locale, e rientra nelle attività del Crofting, un sistema sociale comune legalizzato, che regola l’uso dei terreni e le attività rurali come l’agricoltura, l’allevamento, e altre attività compresa naturalmente la produzione dell’Harris Tweed.

 

Harris Tweed Authority 2 ph. Lewis MackenzieUn esemplare di pecora Scottish Blackface, foto Harris Tweed Authority/Lewis Mackenzie

 

La lana necessaria a produrre questi tessuti proviene dal vello di pecore Scottish Blackface e Cheviot allevate nel Regno Unito. Una volta tosate, i velli vengono lavati, sgrassati e preparati per la filatura. Arrivata in fabbrica la lana viene prima tinta, poi cardata per essere filata, e ancora ordita e poi tessuta rigorosamente a mano. Il processo si completa dopo aver eseguito lavaggio, finissaggio, asciugatura e pressatura finale. Ma l’ultimo passaggio, quello davvero definitivo, è il controllo effettuato dall’ispettore della Harris Tweed Authority per la certificazione del prodotto, il quale, valutata la qualità e la conformità della produzione, autorizza la fabbrica a stampare sul tessuto il marchio originale. Questo lungo procedimento di conversione della lana grezza in tessuto viene eseguito passo per passo secondo la tradizione secolare delle isole e senza l’ausilio di nuove tecnologie. Ma vediamo quali sono i principali motivi utilizzati per i tessuti Harris Tweed. Il Plain Twill è caratterizzato da effetti diagonali composti dalla trama e l’ordito, poi c’è il disegno Houndstooth, meglio conosciuto come pied de poule, formato da una sorta di disegno geometrico dentellato realizzato anche a più colori. Molto comune il motivo Herringbone, cioè lo spigato di solito bicolore, e gli scozzesi Plaid tra i quali il Black Watch Tartan, il più utilizzato per i tessuti Harris Tweed. Il simbolo di riconoscimento del marchio originale è l’Harris Tweed Orb Mark, un globo sormontato da una croce che viene stampato sui tessuti e su tutte le etichette che contraddistinguono i prodotti originali.

 

Harris Tweed Authority 3Tessuto spigato Harris Tweed, foto Harris Tweed Authority

 

harristweed.org

Immagini gentilmente fornite da Harris Tweed Authority

 

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedintumblrmail